La città delle Parole. Terzo raduno nazionale dei gruppi di lettura

Mantova 10 e 11 Novembre 2017
A Novembre Mantova sarà teatro del III Raduno Nazionale dei Gruppi di lettura,
La città delle Parole, una due giorni dedicata alla lettura condivisa.

immagine di Marco PutrellaDopo Arco di Trento (2006) e Cologno Monzese (2012) sarà Mantova ad accogliere i lettori dei GDL provenienti da tutta Italia che venerdì 10 e sabato 11 si incontreranno per confrontarsi sui modi e le occasione delle loro letture comuni.

Ospite d’eccezione  Alberto Manguel, saggista, scrittore, traduttore, editore, che ha da sempre raccontato il mondo della lettura a partire dalla sua esperienza di lettore ad alta voce quando era adolescente per J.L. Borges.   Di cui è diventato in qualche modo l’erede occupando da due anni il posto di direttore della biblioteca di Buenos Aires.

Il raduno viene ospitato nella provincia che vede il maggior numero di gruppi di lettura in Italia. Ad oggi nel mantovano se ne registrano più di settanta. Ma la realtà dei gruppi di lettura (partendo dalla provincia mantovana per estendersi poi a tutto il territorio italiano), è in forte crescita ed espansione, diventando ogni giorno di più anche uno dei punti forti delle biblioteche. La due giorni mantovana sarà un’occasione unica per confrontare le diverse esperienze, capire come e cosa leggono i lettori dei gruppi e se la diffusione della lettura condivisa può essere interpretata come un dato positivo sul tasso di lettura in Italia. Il raduno vuole porre l’attenzione non tanto sul numero sempre in crescita dei gruppi (si è passati dai 50 censiti ad Arco ai 500 di Cologno per arrivare ai circa 1300 che si stimano esistere oggi sul territorio nazionale) ma un po’ più in profondità sul perchè i lettori amano incontrarsi e se i gruppi possano essere un movimento di opinione e un vero luogo di diffusione della lettura.

Luca Ferrieri, direttore della biblioteca di Cologno Monzese, fondatore dei primi gruppi di lettura in Italia e autore di molti libri e interventi sul tema della lettura, introdurrà la giornata di sabato e dialogherà con Alberto Manguel.

Bianca Verri, direttrice della biblioteca di Cervia e Luigi Gavazzi, giornalista e referente del blog dei gruppi di lettura (https://gruppodilettura.wordpress.com/), oltre a fornire qualche dato statistico ragioneranno sugli aspetti positivi ma anche negativi della pratica di lettura condivisa.

Lo scrittore e giornalista Alessandro Zaccuri partendo dalla recente pubblicazione di “Come non letto.10 classici +1 che possono ancora cambiare il mondo” ci racconterà il legame che c’è e può esserci tra lettura e comunità.

Il pomeriggio di sabato è dedicato ai gruppi di lettura ragazzi che sono declinati in modi e tempi molto diversi e spesso liberi. Dai club di lettura da cui è nato a Rimini il festival Maredilibri alla piccola biblioteca di Istrana (TV) dove si incontrano ogni mese ben due gruppi ragazzi a dimostrare che i lettori sanno trovarsi  e moltiplicarsi.

Alberto Manguel
Narratore, scrittore e traduttore è il direttore della biblioteca Nazionale di Buenos Aires.
Mentre appena sedicenne lavorava presso la libreria Pygmalion di Buenos Aires Jorge Luis Borges, ormai cieco, gli chiese di leggere ad alta voce per lui, a casa sua. Adesso dirige la biblioteca di cui anche il grande scrittore fu direttore. Manguel è un intellettuale cosmopolita, difficile da collocare in ambiti tematici precisi. Ha viaggiato per tutto il mondo da Tel Aviv all’Argentina per poi abbandonare il Paese nel 1968 e soggiornare in Francia (dove è stato nominato Ufficiale dell’Ordine delle Arti e delle Lettere), Inghilterra, Italia, Tahiti e Canada. Ha dedicato molti dei suoi scritti all’analisi di temi riguardanti la lettura.

Bianca Verri
Bianca Verri è direttrice della Biblioteca “Maria Goia” di Cervia. Dal 1999 sperimenta la formula dei gruppi di   lettura   per   adulti   e   contribuisce   alla   loro   diffusione   nelle   biblioteche   italiane.  Sul  blog gruppodilettura.wordpress.com ha in continuo aggiornamento lo stato e il censimento dei Gruppi di lettura sparsi in tutta Italia. E’ autrice di “Come creare un gruppo di lettura in biblioteca” (Bibliografica, 2015)

Alessandro Zaccuri
Giornalista professionista, Alessandro Zaccuri, vive a Milano e lavora dal 1994 presso la redazione culturale del quotidiano “Avvenire”. Ha collaborato alle riviste “Letture”, “Millelibri” e “Lo Straniero” e per qualche anno ha insegnato Informazione culturale all’Università Cattolica del Sacro Cuore (sede di Milano). Dal 2005 al 2011 ha ideato e condotto la trasmissione televisiva “Il Grande Talk”, in onda su Sat2000/Tv2000. È autore di romanzi e saggi di critica letteraria e curatore di opere di scrittori quali Elio Fiore, Camillo Sbarbaro, Ray Bradbury, André Malraux.

Luca Ferrieri
Luca Ferrieri, bibliotecario e saggista, sperimenta e scrive da anni sul tema della teoria e della pratica della lettura e delle comunità di lettori. Ha pubblicato numerosi volumi sull’argomento, tra cui ricordiamo il primo “Il lettore a(r)mato” (Stampa Alternativa, 1993), “La lettura spiegata a chi non legge” (Editrice Bibliografica, 2011) e il più recente  “Fra lultimo libro letto e il primo nuovo da aprire” (Olschki, 2013).
È direttore dei servizi culturali e bibliotecari del comune di Cologno Monzese (MI). Fa parte del Comitato editoriale di Biblioteche Oggi e di Culture del testo.

Luigi Gavazzi
Giornalista, caporedattore di Panorama.it, Luigi Gavazzi è un appassionato lettore e curatore del blog dedicato ai Gruppi di lettura, “gruppodilettura.wordpress.com”.

Alice Bigli
Libraia ed esperta di promozione alla lettura, Alice Bigli è co-titolare della Libreria dei Ragazzi di Rimini, “Viale dei Ciliegi 17”. Dieci anni fa ha dato vita al primo festival in Italia di letteratura per ragazzi: Mare di Libri. Festival dei ragazzi che leggono” Partecipa e organizza conferenze, corsi d’aggiornamento per insegnanti, laboratori artistici e letture animate per bambini e ragazzi.

Paola Biasin
Paola Biasin è bibliotecaria presso la Biblioteca di Istrana (TV). Conduce due seguitissimi gruppi di lettura per giovani lettori.