Tiziano Scarpa

Senti, ti dico una cosa che preferirei non dire

Martedì 30 ottobre

Ore 18.30, Auditorium del MAXXI

via Guido Reni 4, Roma

Un recital di Tiziano Scarpa.

Non si resta illesi dalla lettura di Le nuvole e i soldi: le poesie di Scarpa hanno suscitato forti discussioni in rete, sono rimbalzate sui social toccando l’animo dei lettori, al di là della cerchia di appassionati di versi. L’autore, che ha una grande esperienza di lettore scenico, le alterna alle storie in rima del suo ultimo libro, Una libellula di città.

Tiziano Scarpa è nato a Venezia nel 1963. Ha scritto circa una trentina fra romanzi, raccolte di racconti, saggi, raccolte di poesie e testi teatrali. Tra i più conosciuti: il romanzo Stabat Mater (Einaudi 2008, premio Strega 2009); la guida Venezia è un pesce (Feltrinelli, 2000); gli aforismi Corpo (Einaudi, 2004); il poema in una lingua meridionale inventata Groppi d’amore nella scuraglia (Einaudi, 2005). Di recente sono usciti i romanzi Il brevetto del geco (Einaudi, 2016) e Il cipiglio del gufo (Einaudi, 2018), la raccolta di poesie Le nuvole e i soldi (Einaudi 2018) e Una libellula di città e altre storie in rima (minimum fax, 2018). Insieme a vari altri autori, autrici, studiosi e artisti ha fondato due tra i più importanti siti culturali italiani, Nazione indiana e Il primo amore. Ha una grande esperienza di letture sceniche: è salito sul palco centinaia di volte in teatri, piazze, scuole, biblioteche, carceri, da solo o insieme a musicisti, fra cui: Banda Osiris, Stefano Bollani, Marlene Kuntz, Debora Petrina, Enrico Rava.

Ingresso libero fino a esaurimento posti