Biblioteca

Avviso

La biblioteca della Fondazione Bellonci è chiusa per tutto il mese di agosto, riaprirà al pubblico a partire da lunedì 4 settembre.

La biblioteca è costituita dal materiale librario raccolto dai coniugi Bellonci nel corso della vita e dell’attività letteraria, integrato successivamente dai libri raccolti dalla Fondazione nel periodo successivo alla morte di Maria Bellonci.

Rappresenta una significativa raccolta di poesia, narrativa e critica letteraria del Novecento italiano: sono presenti, tra l’altro, moltissime prime edizioni divenute rare. La biblioteca possiede gran parte della produzione letteraria italiana degli ultimi cento anni, comprendendo le primissime opere che scrittori esordienti come Moravia e Pasolini pubblicavano in pochissimi esemplari, talvolta a proprie spese, presso editori minori.

Il patrimonio testimonia il ruolo svolto in Italia dai coniugi Bellonci prima e dalla Fondazione poi. Numerosi sono i volumi corredati da dediche autografe degli autori, a dimostrazione della fitta rete di relazioni che unì i Bellonci ai principali protagonisti della storia culturale e letteraria del secolo.

Oltre a questo nucleo principale, la biblioteca contiene materiale del XIX secolo e volumi di letteratura teatrale, musica, storia, storia dell’arte, storia delle religioni. Esistono anche le principali collane di letteratura pubblicate dagli editori Ricciardi, Laterza, Vallardi, Mondadori, Einaudi, Rizzoli, Vallecchi, Bompiani, Garzanti.

I volumi sono tuttora collocati secondo la disposizione originaria e la loro consistenza può essere stimata nel modo seguente: oltre 10.000 volumi di narrativa e poesia, più di 6.000 classici della letteratura e saggistica di critica letteraria, 2500 libri di storia, 1500 di storia dell’arte circa 1.500, 150 cataloghi di mostre e fotografie per oltre 2.500 pezzi.