Gaja Cenciarelli legge Sessanta racconti di Dino Buzzati

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

9 aprile 2015 ore 17
Gaja Cenciarelli legge
Sessanta racconti di Dino Buzzati
Biblioteca Gianni Rodari – via Francesco Tovaglieri 237a

Gaja Cenciarelli è nata nel 1968 a Roma, dove vive. Laureata in lingue, ha lavorato per anni in diverse case editrici e ora traduce dall’inglese narrativa e saggistica. È specializzata in letteratura irlandese e dei paesi anglofoni e in scritture femminili. Suoi racconti sono apparsi sulle riviste Accattone – Cronache romane e Carta, in diverse antologie (tra le altre: Allupa Allupa, DeriveApprodi 2006Fenomenologia di YouPorn, Miraggi 2012). È stata caporedattrice di vibrisselibri. Ha pubblicato tre libri: Il cerchio(Edizioni Empirìa, 2003), Extra Omnes – L’infinita scomparsa di Emanuela Orlandi(Editrice Zona, 2006), Sangue del suo sangue (Nottetempo, 2011). Su artapartofculture.net tiene una rubrica di letteratura: Atlantide: la letteratura riemersa. Si occupa di iniziative legate alla scrittura e alla traduzione editoriale. Sta lavorando al quarto libro.

Gaja Cenciarelli aderisce all’associazione Piccoli Maestri

Scheda del libro

Dino Buzzati
Sessanta racconti
Premio Strega nel 1958

Riuniti in raccolta dallo stesso Buzzati nel 1958, i Sessanta racconti vengono considerati a ragione una summa del mondo poetico dello scrittore. Vi si trova rappresentata l’intera gamma dei suoi motivi ispiratori, dalla visione surreale della vita all’orrore per la città, dagli automatismi esistenziali introdotti dall’uomo tecnologico alla suggestione metafisica.
Il taglio del racconto ben si presta alla narrativa di Buzzati, che, vero mago della composizione breve, spaziando tra meraviglioso, favoloso e immaginario traduce in gioco tragedia o mistero le situazioni che potevano apparire più banali o scontate.

Dino Buzzati (1906 – 1972), tra i più originali autori italiani del Novecento, entrò nel 1928 al “Corriere della Sera”, di cui fu cronista, redattore e inviato speciale. Esordì nel 1933 con Bàrnabo delle montagne, cui seguirono numerosi romanzi e racconti di successo tra i quali ricordiamo: Il segreto del Bosco VecchioIl deserto dei TartariLa famosa invasione degli orsi in SiciliaPaura alla ScalaUn amore e Il colombre.

Altri Progetti